Nuova chance per le rateazioni

Ai contribuenti che alla data del 22 giugno 2013 fossero decaduti da un piano di rateazione concesso da Equitalia per non aver pagato due rate consecutive previste dal piano, adesso l’art. 11-bis del D.L. 24 arile 2014 n. 66 conv. L. 23 giugno 2014 n. 89 concede la possibilità di presentare entro il 31/07/2014 una nuova istanza e dunque di essere riammessi al beneficio.

Lo scopo della norma è quello di venire incontro alle esigenze dei soggetti che non hanno potuto beneficiare delle nuove regole più favorevoli introdotte dal decreto “del fare” del 2013.

Le regole per ottenere la “nuova” rateazione differiscono però da quelle attualmente in vigore, essendo caratterizzate da una maggiore restrittività.

Riepiloghiamole in breve:

1) La durata massima del nuovo piano di rateazione non può superare le 72 rate mentre le regole ordinarie stabiliscono che in presenza di determinati requisiti si possano ottenere fino a 120 rate.

2) La rateazione straordinaria non può essere mai prorogata, mentre quella ordinaria può essere prorogata una sola volta.

3) Si decade dalla rateazione straordinaria se non vengono pagate due rate, anche non consecutive, mentre per le rateazioni ordinarie si decade se non vengono pagate otto rate, anche non consecutive.

Dal punto di vista operativo, dovrebbero valere le regole dettate per le rateazioni ordinarie, vale a dire che basterà presentare solo l’istanza, senza allegare alcuna documentazione, se l’importo da rateizzare è inferiore a 50.000 euro mentre per importi superiori a 50.000 euro, in caso di persone fisiche bisognerà allegare l’Isee mentre nel caso delle imprese in contabilità ordinaria bisognerà calcolare l’indice di liquidità e poi l’indice Alfa. Si ritiene che sia possibile richiedere la concessione del piano a rata crescente e che l’esistenza di eventuali espropriazioni in corso non sia di ostacolo alla richiesta di dilazione. La concessione della dilazione, pertanto, blocca le eventuali azioni esecutive intraprese da Equitalia così come non si possono adottare misure cautalari dopo la concessione della rateazione mentre quelle adottate prima non vengono cancellate. Va ricordato infine che la concessione della rateizzazione consente l’ottenimento del Durc che consente a sua volta di partecipare a gare pubbliche.

La richiesta va presentata utilizzando l’apposita modulistica scaricabile dal sito internet di Equitalia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


tre × 3 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>