Le principali novità fiscali introdotte dalla legge di bilancio 2018

Si riassumono di seguito le principali novità fiscali introdotte dalla legge di bilancio 2018 (Legge n. 205 del 27/12/2017 pubb. G.U. n. 302 del 29/12/2017).

Detrazioni per i figli a carico

Risulta estesa la platea dei beneficiari delle detrazioni per figli a carico.

Infatti, a decorrere dal 1° gennaio 2019, limitatamente ai figli fino a 24 anni, sale a 4.000 euro il limite di reddito complessivo per essere considerati fiscalmente a carico. Resta il limite di 2.840 euro per gli altri familiari a carico.

Detrazione per l’uso di mezzi pubblici

Le spese sostenute per l’acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale sono detraibili al 19 per cento, per un importo non superiore a 250 euro.

Detrazione recupero edilizio

È prorogata fino al 31 dicembre 2018 la detrazione del 50 per cento per gli interventi finalizzati al recupero del patrimonio edilizio.

Detrazione risparmio energetico (50 per cento)

La detrazione è ridotta al 50 per cento per le spese, sostenute dal 1º gennaio 2018, relative all’acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, di schermature solari e di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe “A” di prodotto (sono esclusi dalla detrazione gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza inferiore alla classe “A” di prodotto).

Detrazione risparmio energetico (65%)

È prorogata fino al 31 dicembre 2018 la detrazione del 65 per cento per le spese relative agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. La detrazione è del 65 per cento anche per gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di efficienza almeno pari alla classe “A” di prodotto e contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti, appartenenti alle classi “V”, “VI” oppure “VIII”, o con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro, ovvero con generatori d’aria calda a condensazione.

Detrazione risparmio energetico microgeneratori

Viene attivato un nuovo tipo di spesa agevolabile, con detrazione al 65 per cento, relativo all’acquisto e posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti, fino a un valore massimo della detrazione di 100.000 euro, a condizione che gli interventi producano un risparmio di energia primaria pari almeno al 20 per cento.

Detrazione rischio sismico e risparmio energetico parti condominiali

Per le spese relative agli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3, finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica, spetta una detrazione maggiorata dell’80 per cento, se gli interventi determinano il passaggio a una classe di rischio inferiore, o dell’85 per cento, se gli interventi determinano il passaggio a due classi di rischio inferiori. La detrazione è ripartita in 10 quote annuali di pari importo e si applica su un ammontare delle spese non superiore a 136.000 euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari di ciascun edificio.

Cessione della detrazione

Viene estesa la possibilità di cessione del credito corrispondente alla detrazione anche alle ipotesi di interventi di riqualificazione energetica effettuati sulle singole unità immobiliari, non essendo più circoscritta a quelli relativi alle parti comuni degli edifici condominiali.

Detrazione risparmio energetico IACP

Gli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp) possono beneficiare di tutte le detrazioni per gli interventi di riqualificazione energetica (e non più solo di quelle sulle parti comuni che danno diritto a detrazioni maggiorate del 70 e del 75 per cento).

Bonus mobili e elettrodomestici

Viene prorogata, fino al 31 dicembre 2018, la detrazione del 50 per cento per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici di classe non inferiore ad “A+” ovvero ad “A” per i forni. La detrazione spetta solo in riferimento agli interventi di ristrutturazione iniziati a decorrere dal 1° gennaio 2017 e finalizzati all’arredo di immobili ristrutturati.

 

Bonus verde

È confermata anche per il 2018 la detrazione del 36 per cento per le spese sostenute, con un limite massimo di 5.000 euro, per gli interventi di “sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, per gli impianti di irrigazione e per la realizzazione pozzi e di coperture a verde e di giardini pensili.

 

Cedolare secca ridotta per alloggi a canone concordato

Prorogata per altri due anni (2018 e 2019) la cedolare secca con aliquota al 10 per cento per i contratti a canone concordato.

Industria 4.0

La nuova dotazione finanziaria è stanziata dalla legge di Bilancio 2018 per assicurare continuità operativa allo strumento agevolativo.

In particolar modo viene confermato l’iperammortamento al 250 per cento per quanto riguarda gli impianti digitali, mente il superammortamento passa dal 140 al 130 per cento. Il superammortamento riguarda gli investimenti in beni strumentali, hardware e software.

Iva e addizionali

Stop per il 2018 all’aumento di Iva, accise, addizionali regionali e provinciali.

 

Calendario fiscale

Risultano modificate le scadenze per le dichiarazioni fiscali:

-          il 23 luglio per la dichiarazione precompilata;

-          il 30 settembre per il c.d. “spesometro”;

-          il 31 ottobre per i modelli 770, Redditi e dichiarazione Irap.

 

Pagamento stipendi

Introdotto a partire dal 01/07/2018 l’obbligo di tracciabilità per il pagamento degli stipendi da parte dei datori di lavoro.

Fattura elettronica

Introdotto a partire dal 01/01/2019 l’obbligo di utilizzo della fattura elettronica anche nei rapporti tra privati. A partire dal 01/07/2018 tale obbligo viene anticipato con riferimento al settore carburanti e al settore dei subappalti con riferimento ai contratti di appalto stipulati con la PA

Blocco compensazioni

L’Agenzia delle Entrate può sospendere fino a 30 giorni l’esecuzione dei modelli F24 in compensazione (anche parziale) che presentino profili di rischio.

Bonus Renzi

Vengono modificate le soglie di reddito per fruire del bonus Renzi (80 euro). La precedente soglia di 24.000 per la quale il bonus spetta in misura piena passa a 24.600 mentre la precedente soglia massima di 26.000 oltre la quale il bonus cessa di spettare passa a 26.600 euro.

Abrogazione scheda carburante

A partire dal 01/07/2018 la scheda carburante è abrogata. Gli acquisti di carburante effettuati dai soggetti passivi IVA verranno documentati tramite fattura elettronica mentre si avrà diritto alla deduzione del costo e alla detrazione dell’IVA se il pagamento avverrà esclusivamente tramite carte di credito, di debito,  o prepagate.

 

Tassazione dividendi

Anche i dividendi percepiti da persone fisiche residenti non imprenditori titolari di partecipazioni qualificate subiranno l’imposta sostitutiva del 26% (e non più la parziale tassazione dell’ammontare percepito) analogamente a quanto avviene per i possessori di partecipazioni non qualificate. Stesso trattamento fiscale subiranno i capital gains.

Web Tax

Viene introdotta con decorrenza 01/01/2019 la nuova imposta sulle transazioni digitali relative a prestazioni di servizi effettuate tramite mezzi elettronici nei confronti di stabili organizzazioni in Italia di soggetti non residenti nonché di soggetti residenti sostituti d’imposta diversi dai contribuenti minimi/forfettari. La nuova imposta sarà pari al 3% dell’ammontare del corrispettivo dovuto per la singola transazione al netto di IVA e verrà applicata nei confronti di quei prestatori che in ciascun anno solare effettuano più di 3.000 transazioni.

Si ricorda infine che la legge di bilancio 2018 non ha prorogato:

1) la detrazione IVA per acquisto di immobili con classe energetica A/B

2) la detrazione IRPEF del 20% per acquisto unità immobiliari di nuova costruzione da locare;

3) l’assegnazione dei beni ai soci/estromissione immobili imprenditore individuale;

Lo studio rimane a disposizione di quanti volessero chiarimenti sulle nuove disposizioni.

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto × = 16

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>